Il tasso di disoccupazione in un anno di crisi

Blog sul Lavoro - 13 dicembre 2013

La crisi economica degli ultimi anni ha avuto eco e caratura decisamente planetaria, ma è stata senz’altro trainata in primo luogo dai crack finanziari americani, prima, e ora dalle politiche economiche europee, che hanno probabilmente acuito verso il basso alcuni indicatori fondamentali per giudicare la salute economica di una nazione.

Uno di questi indicatori è senz’altro il tasso di disoccupazione, che storicamente viene considerato un dato di fondo di ogni economia di mercato ma che contingenzialmente è comunque in grado di indicare il grado di ‘attività’ di una popolazione in rapporto alla sua demografia complessiva.

Guardando ai dati curati da Eurostat possiamo scorrere i diversi tassi di disoccupazione nelle maggiori economie mondiali, con un colpo d’occhio sulla loro evoluzione negli ultimi dodici mesi.

Ecco cosa emerge a prima vista, valutando superficialmente i meri dati numerici.

I paesi virtuosi

I paesi con incidenza minore di disoccupati sulla popiolazione attiva sono naturalmente due tra le economie più forti del mondo, ovvero il Giappone con il 4.0 % di tasso di disoccupazione e la Germania con il 5.2 %, ai dati di ottobre 2013.

Tassi del genere sono avvicinati solo da paesi – con economie del tutto diverse – come Malta (6.4 %), Lussemburgo (5.9 %) e Islanda (5.6 %).

I paesi con alto tasso di disoccupazione

Tra le economie valutate da Eurostat i tassi più alti si trovano in Grecia, con un 27.4 % (dati settembre 2013), e in Spagna, con il 26.4 % (dati novembre 2013).

Ma l’elevata disoccupazione è un fenomeno che interessa anche il Portogallo (15.7 %) o la Croazia (17.6 %) e Cipro (17 %).

Chi migliora nonostante tutto

Eppure nonostante la crisi europea le cose sembrano esser migliorate per alcuni.

A partire dallo stesso Portogallo, che certamente supera ancora il 15 % di disoccupazione sulla popolazione attiva del novembre 2013, ma che rispetto al dato del dicembre 2012 vede il suo tasso in discesa di oltre un punto e mezzo nell’ultimo anno.

Un dato simile viene anche dall’Irlanda, che oggi registra un 12.6 % a fronte del 14 % di un anno fa.

E L’Italia?

L’Italia registra un tasso di disoccupazione del 12.6 % al novembre 2013, secondo Eurostat, peggiorando il già non entusiasmante 11.4 % del dicembre 2012.

eurostat

Aggiungi un commento






Blog sul Lavoro

Offerte Di Lavoro.com - GENIUM SRL unipersonale P.I. 03416470049 - contatti e suggerimenti
sitemap - rss