Lavorare al computer da casa: vantaggi e problematiche

Blog sul Lavoro - 8 novembre 2013

Molte tipologie di lavori sono cambiati (e stanno tuttore cambiando) parallelamente alla diffusione ed allo sviluppo delle tecnologie informatiche. Si tratta di un rapporto noto e molto studiato sin dagli albori della “storia della tecnica”.
Il concetto di telelavoro, ad esempio, è oggi ampiamente diffuso e sfruttato dalle aziende di tutto il mondo. In molti campi, in pratica, tende ad assumere sempre meno rilevanza il “luogo” di lavoro. Alcune attività possono essere svolte indifferentemente in qualsiasi parte del mondo. “Indifferentemente”: ciò è vero, in molti casi, da un punto di vista produttivo.

Sono nate negli ultimi anni, ed ormai consolidate, una serie di professioni che possono essere svolte autonomamente, o per conto terzi, lavorando al proprio computer di casa.
Si tratta di una opzione che ha degli evidenti vantaggi e che può essere indubbiamente tentata da chi è in cerca di lavoro ed ha competenze, di vario genere, in ambito informatico. Sto parlando di professioni come il web design, il copywriting, la grafica digitale e la SEO, solo per fare alcuni esempi.
Uno dei vantaggi indubitabili è legato alle spese: vengono ridotte in modo drastico. Altro vantaggio riguarda il tempo. Non si “perde” tempo a raggiungere il proprio luogo di lavoro, cosa fondamentale in molti casi. Inoltre, lavorando da casa, si possono mantenere alcune abitudini che in un ufficio sarebbero impensabili, oltre ad una maggiore autonomia.
Ma lavorare da casa non ha solo aspetti positivi; la frase fatta “lavorare comodamente da casa”, così diffusa su internet, è un luogo comune che coglie solo parte della verità. Il lavoro da casa amplifica senza dubbio una delle problematiche inevitabilmente legate al lavoro al computer: la “staticità”.
Lavorare da casa significa inoltre lavorare tendenzialmente da soli. Anche questo aspetto ha, sul lungo periodo delle ricadute sulla qualità complessiva del lavoro.
Forse è un paradosso ma non credo di andar molto lontano dal vero dicendo che il lavoro al computer da casa è un lavoro altamente usurante. Certo, per motivi opposti rispetto a quelli che rendono usuranti i lavori in cui si è costretti ad uno sforzo fisico eccessivo.
Un altro rischio del lavoro al computer casalingo è legato al fatto di non riuscire a “staccare” dal lavoro. Sono molti i tipi di lavoro, tipicamente quelli autonomi, in cui si rischia di non riuscire a separarsi mai dal lavoro o dal pensiero del lavoro. Il lavoro da casa autonomo però mi sembra amplifichi anche questo problema.

Per lavorare al computer da casa bisogna sapersi districare tra parecchie insidie che possono rendere questo lavoro meno “comodo” di quanto possa sembrare prima di iniziarlo. In alcuni dei prossimi articoli proveremo a trovare alcuni “antidoti” a questi problemi.

Aggiungi un commento






Blog sul Lavoro

Offerte Di Lavoro.com - GENIUM SRL unipersonale P.I. 03416470049 - contatti e suggerimenti
sitemap - rss