ASpI – Come è cambiata l’indennità di disoccupazione

Blog sul Lavoro - 28 dicembre 2013

Viene chiamata comunemente ASpI l’Assicurazione Sociale per l’Impiego introdotta dalla Riforma Fornero, divenuta operativa dal primo gennaio del 2013.

L’ASpI va a sostituire l’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali. La mini-ASpI sostuisce invece l’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti ridotti.

Come l’indennità di disoccupazione, l’ASpI è un contributo economico per i lavoratori che hanno involontariamente perduto il proprio posto di lavoro. In questo articolo elenchiamo alcuni dei requisiti necessari all’ottenimento dell’ASpI.

50 euro

In primo luogo, bisogna sottolineare come essa spetti ai lavoratori subordinati che hanno perduto il proprio posto di lavoro. Possono usufruire di di questa assicurazione sociale anche gli apprendisti e i lavoratori a tempo determinato dell’Amministrazione Pubblica. Nel caso in cui abbiano avuto un contratto di lavoro di tipo subordinato l’ASpI spetta anche ai soci lavoratori di Cooperative ed al personale artistico.

Invece, non spetta ai dipendenti a tempo indeterminato della PA e agli operai agricoli (siano essi assunti a tempo determinato o indeterminato). L’Associazione Sociale per l’Impiego non coinvolge inoltre i lavoratori extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno con finalità di lavoro stagionale. In quest’ultimo caso, infatti, resta valida la normativa attualmente in vigore.

Come già sottolineato, il requisito principale per poter usufruire dell’ASpI è la non volontarietà della cessazione del rapporto di lavoro, fatte salve alcune eccezioni (in caso di periodo di maternità, ad esempio). Salvo eccezioni l’ASpI non si rivolge a chi ha cessato consensualmente il proprio rapporto di lavoro e a chi si è dimesso.

Altri requisiti riguardano le tempistiche dei contributi contro la disoccupazione erogati dal lavoratore. Nei due anni precedenti al primo giorno di disoccupazione il lavoratore deve aver versato per almeno un anno i contributi contro la disoccupazione. Parlerò più diffusamente del requisito contributivo in un altro articolo.

Inoltre, deve essere trascorso almeno un biennio tra il primo contributo contro la disoccupazione versato e il primo giorno di disoccupazione.

Aggiungi un commento






Blog sul Lavoro

Offerte Di Lavoro.com - GENIUM SRL unipersonale P.I. 03416470049 - contatti e suggerimenti
sitemap - rss