ASpI – Il requisito contributivo

Blog sul Lavoro - 29 dicembre 2013

In un articolo precedente ho dato alcune informazioni di massima sull’ASpI, l’Assicurazione Sociale per l’Impiego, che ha sostituito, a seguito della Riforma Fornero, l’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali.
Ricordavo, nell’articolo sopra citato, come uno dei requisiti necessari per ottenere l’ASpI fosse il requisito contributivo, ossia l’aver versato, negli ultimi due anni, i contributi contro la disoccupazione per almeno un anno.
Come sottolineato dal sito dell’INPS al fine del perfezionamento di questo requisito sono validi:

banconote euro

  1. i contributi previdenziali comprensivi di quota DS e ASpI.
  2. i periodi di lavoro nei paesi comunitari e nei paesi con i quali l’Italia ha firmato accordi bilaterali in materia.
  3. i periodi di congedo parentale presi in condizioni di costanza di lavoro. Ciò vale solo nel caso in cui il congedo parentale è stato regolarmente indennizzato.
  4. le assenze dal lavoro (massimo cinque giorni all’anno), a causa di malattia dei figli con età inferiore agli otto anni.
  5. i contributi figurativi per maternità obbligatoria. Ciò vale solo nel caso in cui sono stati versati dei contributi prima del periodo di astensione dal lavoro.

Non valgono invece i periodi di infortunio sul lavoro o di malattia se il datore di lavoro non ha integrato la retribuzione. Non valgono inoltre né la cassa integrazione con attività sospesa a zero ore né assenze in caso di congedi o permessi presi dal genitore, dal figlio, dal coniuge, dai fratelli o dalle sorelle conviventi di persone con handicap.

Come detto ad inizio articolo, l’ASpI è stata introdotta per i lavoratori subordinati non del settore agricolo. Per gli addetti al settore agricolo è attiva l’indennità di disoccupazione agricola.

Nel caso in cui un lavoratore abbia svolto un periodo di lavoro nel settore agricolo ed un altro periodo in un settore non agricolo tali periodi sono cumulabili. Il lavoratore otterrà l’ASpI o l’indennità di disoccupazione agricola in relazione al settore in cui ha prevalentemente lavorato. Tale prevalenza viene decisa sulla base dei parametri di equivalenza tra settore agricolo e non agricolo (una settimana contributiva corrisponde a sei contributi agricoli giornalieri).

Aggiungi un commento






Blog sul Lavoro

Offerte Di Lavoro.com - GENIUM SRL unipersonale P.I. 03416470049 - contatti e suggerimenti
sitemap - rss