Cosa sono i buoni lavoro?

Blog sul Lavoro - 27 gennaio 2014

In un articolo precedente ho parlato in termini generali del lavoro accessorio. Tale tipo di lavoro ha alcune particolarità, tra esse, la più evidente probabilmente risiede nelle modalità di pagamento. Il lavoro accessorio viene infatti retribuito attraverso i buoni lavoro.

Questi voucher, noti appunto come “buoni lavoro”, hanno un valore nominale di 10 euro. Esistono anche voucher “non separabile da 20 e 50 euro. L’intera gestione di questi voucher è dell’Inps. È quindi l’Inps (ed il sito dell’ente) il punto di riferimento per quel che riguarda l’emissione, la regolamentazione e le variazioni normative a proposito di questi buoni.

Il valore nominale a cui facevo riferimento prima include il contributo Inps (13%), l’INAIL (7%) e un compenso all’Inps per la gestione del servizio (5%). In pratica il 25% del valore di ogni buono viene versato ad Inps ed INAIL, ossia due euro e mezzo per ogni buono da dieci euro.

I buoni possono essere acquistati attraverso varie modalità che influenzeranno in seguito le modalità di riscossione da parte del lavoratore. Nel caso in cui i buoni vengano acquistati presso le sedi Inps, sparse su tutto il territorio nazionale, essi andranno riscossi entro 24 mesi dall’emissione, alle Poste.

Il sito dell’Inps ha attivato anche una procedura telematica per l’acquisto. Se viene scelta tale modalità di emissione la riscossione potrà avvenire o tramite bonifico domiciliato (quindi sempre alle Poste), o tramite una carta specifica, la INPSCard.

Un’altra opzione, per molti versi più “comoda” delle precedenti, consiste nell’acquisto e nella riscossione dei buoni in alcuni tabaccai autorizzati. Tuttavia se si decide di optare per questa soluzione bisognerà versare un euro al tabaccaio in fase di acquisto. Stessa procedura può essere effettuata nei circuiti bancari autorizzati, sempre versando una commissione di un euro. In questi due casi, tabaccai e banche, i buoni andranno incassati entro un anno dall’emissione.

Rimando sempre al sito dell’Inps per la verifica dei limiti di voucher acquistabili e per la ricerca dei tabaccai e delle banche che offrono tale servizio.

In ultimo, anche le Poste possono emettere i buoni lavoro. In tal caso però la commissione per l’emissione è 2,50 euro più iva.

In caso di smarrimento, furto o richiesta di rimborso di vaucher non utilizzati la pagina dell’Inps a cui fare riferimento è questa.
Voucher - Buoni lavoro

Aggiungi un commento






Blog sul Lavoro

Offerte Di Lavoro.com - GENIUM SRL unipersonale P.I. 03416470049 - contatti e suggerimenti
sitemap - rss