Il contratto di lavoro a tempo determinato

Blog sul Lavoro - 28 novembre 2013

Come il contratto a tempo indeterminato, anche il contratto di lavoro a tempo determinato è un contratto di lavoro subordinato. La differenza principale tra i due contratti, come è noto, risiede nel fatto che il contratto a tempo determinato fissa un termine del rapporto di lavoro.
Tale tipologia di contratti è al centro di importanti discussioni e polemiche nate dalla diffusione sempre maggiore di questo tipo di contratti. La breve durata del rapporto di lavoro crea delle problematiche sconosciute fino a pochi anni fa.

Un contratto a tempo determinato può avere la durata massima di 36 mesi. Tale periodo può essere raggiunto tramite un’unica assunzione continuativa o attraverso varie proroghe.
Il contratto a tempo determinato può essere rinnovato 60 giorni dopo la scadenza nel caso in cui il precedente rapporto lavorativo è durato meno di sei mesi, o 90 giorni dopo la scadenza se il contratto precedente aveva una durata superiore ai sei mesi. I contratti collettivi possono diminuire tale periodo a 20 o 30 giorni, sempre in relazione alla durata del contratto precedente.

Alcune leggi sono intervenute per garantire, in alcuni casi, la stabilizzazione del lavoratore. La legge 247/2007 e il d.l. 112/2008 convertito in legge 133/2008 hanno stabilito che il rapporto lavorativo diviene a tempo indeterminato se il lavoratore ha svolto lo stesso lavoro, o mansioni equivalenti, per una stessa azienda per 36 mesi. Ciò vale anche se tale periodo sia stato raggiunto attraverso diverse proroghe e più contratti.
Con la Circolare del Ministero del Lavoro n. 18/2012 viene stabilito che anche i periodi di somministrazione a tempo determinato posteriori al 18 luglio 2012 rientrano nel calcolo dei complessivi 36 mesi.
Qualora il lavoratore venisse licenziato prima del termine previsto dal contratto il datore di lavoro ha l’obbligo di versare al lavoratore gli stipendi previsti dal contratto, anche se tale lavoro non viene svolto a causa del licenziamento.

Tale contratto non può essere utilizzato in ogni situazione. Un’azienda, ad esempio, non può sostituire dei lavoratori in sciopero utilizzando il contratto a tempo determinato.

Aggiungi un commento






Blog sul Lavoro

Offerte Di Lavoro.com - GENIUM SRL unipersonale P.I. 03416470049 - contatti e suggerimenti
sitemap - rss